Ground Defense

Difendersi da una posizione di difficoltà a terra.

L’obiettivo del corso di “Ground Defense”

 

 

non è imparare a combattere a terra, ma difendersi quando ci si viene a trovare in una posizione di difficoltà a terra.

Se è vero che nel Krav-Maga non possiamo ignorare le tecniche di combattimento a terra è altrettanto vero che lo scopo del Krav-Maga non è di combattere a terra.

Il Krav-Maga non è uno sport di combattimento tradizionale, nel senso in cui non ci sono regole prestabilite, né tempi morti con dei round, né arbitri per fermare il combattimento o per salvaguardare un avversario ferito.

L’aggressione è per sua natura inattesa, senza regole, e quando, dal punto di vista dell’aggressore, si è in una situazione d’inferiorità, sia fisica sia numerica, questa può portare a gravi effetti psicologici o fisici.

Non alleniamo per un combattimento sportivo in cui bisogna segnare dei punti, ma per un combattimento in cui si deve lottare per la propria incolumità o quella di una terza persona.

Naturalmente è meglio evitare di andare a terra, perché la mobilità ne sarebbe ridotta e sarebbe molto più difficile fuggire rapidamente se l’aggressore fosse armato o se intervenissero dei complici.

Tuttavia, sarebbe inconcepibile ignorare la difesa a terra, poiché una caduta può sempre succedere in un combattimento da strada e anche l’aggressore potrebbe cercare di portarvi a terra.

In queste situazioni, è essenziale saper svincolarsi rapidamente, riprendere l’iniziativa sull’aggressore e conoscere delle soluzioni di difesa efficaci.

Le tecniche presenti in alcuni sport come il Grappling, il Jiu Jitsu Brasiliano o il Judo sono essenziali per vincere un avversario a terra. Tuttavia non sono complete poiché limitate dal regolamento arbitrale che non può permettere tecniche o azioni pericolose per l’incolumità degli avversari.

Nel Krav-Maga, inoltre, è necessario conoscere la difesa a terra contro aggressori armati di oggetti offensivi.

Pertanto è importante conoscere la difesa da questo tipo di aggressione che contempli la finalità principale, svincolarsi velocemente e alzarsi il più rapidamente possibile, o per scappare o per affrontare lo stesso avversario o un suo complice in piedi.

Alla luce di quanto sopra, è essenziale avere delle basi di combattimento a terra. Non per realizzare dei punti di sottomissione come delle leve o degli strangolamenti, che restano temibili quando se ne ha una buona padronanza, ma soprattutto per potersi svincolare rapidamente e permettere di rialzarsi il più velocemente possibile.

A.S.D. Combat Line (Associazione sportiva dilettantistica e culturale)
P.IVA: 90033830747
Sede Legale:  Studio del Ragionier MONTUORI M., Via Dalmazia n° 37, 72100 Brindisi

DISCIPLINE

  • Sport Combat
    • Point Fighting, Light Contact, Kick Light, Full Contact, Low Kick, K-1, Muay Thai, Shoot Boxe, Savate, Aereo Kick Boxing, MMA, Pugilato-Boxe Inglese.
  • Difesa Personale
    • Tecniche Knife, Woman Krav-Maga, Police Krav-Maga, Kapap, Difesa Terzi, Ground Defense, Technical Baton,Tecniche di tiro, Israeli Shooting Combat.

PALESTRE

  • Laboratorio del Benessere

    Via San Giovanni Bosco n° 10 - Ostuni (Br)

 

  • Olympia Club

    Via Cappuccini 206- Brindisi

 

  • Academy Fight System

    Via Procaccia 139 - Monopoli (Ba)

 

Progetto a cura di

 

Un brand del marchio

 

Prenota un corsoVai su Pagina FacebookVai su InstagramVai su Profilo FacebookVai su Twitter